TRISCELE
triquetra
La Triscele (Triskele, Triskell, o latina- mente Triquetra), conosciuta anche con il nome greciz- zato di Triskelion, significa "a tre gambe", poichè com- posto da "tri" (tre) e "skelos"(gamba). E' tutt'oggi considerata un antico simbolo celtico, uno dei più antichi conosciuti dall'uomo, apparsa fin dal 500 a.C., che simboleggia una divinità femminile tripla e che è diventato poi, nel corso dei secoli, un simbolo della Trinità nell'Irlanda cristiana, ma le cui origini restano tutt'oggi ancora misteriose. Nota principalmente come runa di protezione, la triquetra, rappresenta il ciclo dell'infinito, il ciclo della vita e i 3 elementi fondamentali: terra, aria e acqua. Originariamente è rappresentata come una figura mostruosa formata da tre gambe che dovrebbero rappresentare la corsa, la velocità. Al centro vi è rappresentata spesso la Gorgone, che ne dimostrerebbe la provenienza mediterranea. Questo segno è distintivo di numerosi popoli: Persiani, Lici, Greci, Siracusani, Celti che ci hanno lasciato numerose testimonianze sugli oggetti lavorati, vasi, scudi, urne e persino tombe. Al tempo dei Romani invece la triscele andò in decadenza, tranne in Sicilia, dove ancora oggi ne è il simbolo. La triscele fu utilizzata anche dai Celti, fino alla loro disfatta ad opera dei Romani (27 a.C.), ma anche da altri popoli nordici quali i Vichinghi che ne stilizzarono il simbolo attribuito al loro dio Sole Frey ed anche ad Odino.La triscele è stata ritrovata fino nell'Isola di Man e più tardi, a partire dal 1200, fu simbolo di molte signorie che la misero sul loro stemma. La sua rappresentazione fu invece proibita dalla Chiesa (Papa Urbano VIII° 1623-1644) in quanto troppo somigliante alla Santa Trinità.

STORIA del LIBRO delle OMBRE
bospic
Libro delle Ombre (o Grimorio) è il nome attribuitogli dal fondatore della Wicca, Gerald Gardner. Esso contiene il percorso spirituale di una strega a partire da quando scopre la sua vocazione per la religione neopagana. Al suo interno vengono scritti riti, incantesimi, le erbe da utilizzare, pietre, cristalli, formule, rimedi naturali, riflessioni, invocazioni alla Dea e al Dio e molto altro ancora.

Il Libro delle Ombre è la testimonianza scritta dell'esperienza di ogni strega. Diffidate da chi vi parla di un Libro delle Ombre universale,antico e tramandato di generazione in generazione! Ogni persona ha un percorso diverso, interessi diversi, e non tutti i libri di conseguenza sono uguali. Ogni strega, o congrega, ha un suo Libro delle Ombre.

Visto che la religione Wicca non ha un testo sacro di riferimento, come la Bibbia per i Cattolici, il Libro delle Ombre diventa il testo di riferimento di ogni strega. È una religione che si basa sulla propria esperienza, è un cammino spirituale nel quale si cerca di migliorarsi e vivere in armonia con la natura e con sé stessi.

I tomi più famosi sono forse quelli di Gardner: egli sosteneva di essere entrato in contatto con una congrega della New Forest, scampata ai roghi del medioevo e di aver ottenuto il permesso di pubblicare parte del Libro delle Ombre di questa congrega.